Top
Chiama il numero verde:
800.81.81.00
Perché il nostro gatto fa pipì fuori dalla lettiera?
5 Dicembre, 2019

Benché sia un evento piuttosto insolito, può accadere che il proprio gatto faccia pipì fuori dalla lettiera, generando nel padrone un certo disappunto misto a preoccupazione.

Molti proprietari, infatti, tendono erroneamente a pensare che l’astuto felino possa farlo solo per dispetto. Niente di più sbagliato. In realtà quando un gatto urina fuori dalla lettiera vuole comunicare un disagio. Quali possono essere quindi i motivi che inducono un gatto a fare la pipì fuori dalla lettiera?    

Pipì fuori dalla lettiera: capire perché

La tendenza a fare i bisogni nella cassetta è nei gatti innata: sin da piccoli, infatti, i gattini appena svezzati, sono in grado di individuare subito la lettiera come luogo per espletare i propri bisogni e difficilmente vanno a sporcare altrove.  Come mai? Da un punto di vista etologico, i gatti, in natura, sono istintivamente portati a nascondere le proprie tracce, per evitare di essere predati dagli altri animali.

Ecco perché nel momento in cui hanno bisogno di espletare i propri bisogni fisiologici, cercano un luogo pulito, morbido e scavabile nel quale accucciarsi, per poi ricoprire gli escrementi con gli arti inferiori.  Un comportamento che viene appreso sin da cuccioli di gatto, grazie all’osservazione della mamma o di altri gatti adulti.

Il fatto che il gatto domestico faccia quindi la pipì fuori dalla cassettina rappresenta un evento anomalo, che dovrebbe far riflettere ogni padrone attento ed amorevole ed indurlo a ricercarne le motivazioni.  Le cause che possono portare ad un comportamento simile possono essere di varia natura. 

Il problema potrebbe essere legato alla tipologia di lettiera che gli è stata messa a disposizione, al luogo in cui è ubicata o alla sua cattiva gestione.  Il gatto maschio, non sterilizzato potrebbe essere portato ad urinare in luoghi inappropriati, come divani,  tappeti, letti o pavimenti,  per marcare il territorio con la propria urina, carica di feromoni che comunicano agli altri animali la propria dominanza. Infine il felino potrebbe avere dei problemi di salute.

Si tratta di un problema di salute?

In presenza di un gatto che ripetutamente fa la pipì fuori dalla lettiera il padrone dovrebbe prima di tutto accertarsi sul suo stato di salute, attraverso un’accurata visita dal proprio veterinario di fiducia. Esistono molteplici patologie dell’apparato urinario felino e non solo che possono provocare dolore durante la minzione.

I gatti, infatti, reagiscono al dolore facendo sporcando in luoghi inconsueti. Prima di ipotizzare quindi, problematiche comportamentali occorrerebbe prestare attenzione ad eventuali campanelli d’allarme: passaggi frequenti nella lettiera, eccessivo leccamento dell’area genitale, minzione lenta, sforzo nell’urinare, cattivi odori o sangue nelle urine. Sintomi che possono presupporre una possibile cistite o anche altre malattie più o meno gravi. Solo il veterinario, con un accurato esame delle urine potrà individuare eventuali patologie in atto.

E se fosse la cassetta a non piacergli?

Regali ed altezzosi, a volte schizzinosi e anche un po’ perfezionisti. I gatti sono creature che amano la pulizia. Li avete forse mai visti rotolarsi nel fango o in qualche altro luogo acquitrinoso? Giammai. Anzi spesso li si coglie intenti in una toilettatura certosina di dorso, zampe, muso ed orecchie.  Si capisce quindi che se per qualche motivo, il micio non gradisca la lettiera che gli è stata messa a disposizione, possa decidere di fare la pipì altrove. I motivi per i quali il gatto possa ritenere inadeguata la lettiera possono essere numerosi.

La lettiera potrebbe non venire pulita con sufficiente frequenza, la sabbietta presente al suo interno potrebbe essere troppo dura, grossolana o profumata. La cassetta potrebbe essere inoltre troppo piccola, o posizionata in luogo di passaggio o rumoroso come il tinello in cui spesso è presente la lavatrice o l’asciugatrice.

Esistono in commercio, inoltre, delle cassette chiuse, dotate di porta basculante che potrebbero risultare insidiose per il gatto e suscitare in lui una certa diffidenza. Al contempo, la lettiera chiusa potrebbe esalare cattivo odore, che sappiamo essere motivo di fastidio per il pignolo felino.  

Come abituare il gatto alla lettiera

Le parole “gatto ed educare” insieme in una stessa frase possono effettivamente sembrare un ossimoro. Gli amanti e conoscitori del mondo felino sanno benissimo che l’indomita baffuta creatura difficilmente rispetta delle regole che gli vengono imposte. Il gatto è un essere libero e ribelle ed obbedire a qualsiasi ordine va contro la sua natura. La stessa che però lo porta ad essere  meticoloso nell’espletazione dei propri bisogni. Ecco perché abituare il gatto alla lettiera non è una mission impossible. Ma come è possibile farlo?  

Gattini e lettiera

Se il gattino, prima di essere accolto presso una famiglia ha vissuto del tempo con la mamma, sicuramente avrà imparato a fare i propri i bisogni. I gatti, infatti, a differenza dei cani, spesso pasticcioni ed approssimativi, imparano a fare la pipì nella lettiera già nelle prime 4 settimane di vita. La cosa fondamentale sarà mostrargli subito il luogo deputato, accompagnarlo e fargliela esplorare con tranquillità. In poco tempo capirà che la lettiera rappresenta il suo bagno personale e non farà più la pipì in giro.  

Tutti gli strumenti utili  

Per evitare che il gatto faccia la pipì fuori dalla lettiera è fondamentale attuare alcuni importanti accorgimenti. La pipì di gatto, infatti, una volta penetrata nei tessuti o lasciata per molto sul pavimento assume un olezzo davvero fastidioso e duraturo.

Ecco perchè è importante, in primis, per evitare spargimenti di urina, mettere il gatto a proprio agio. Il primo step sarà scegliere la cassettina giusta, che dovrà essere spaziosa, profonda, accessibile ed in un luogo tranquillo.

Altrettanto basilare è la manutenzione della lettiera, che dovrà essere pulita almeno una volta al giorno e rimpinguata con una sabbietta di grana media, non profumata, che assorba gli odori ed agglomerante. Per evitare che il gatto possa sporcare per inesperienza o errore il pavimento circostante esistono in commercio dei tappetini assorbenti in gomma morbida ottimi per le zampette dei gatti e pensati per trattenere la sabbietta fuoriuscita dalla lettiera durante le operazioni di scavo e quella rimasta tra le zampe.    

Blog
Contattaci

Vuoi essere ricontattato telefonicamente?
Lasciaci il tuo numero di telefono e TI RICONTATTIAMO SUBITO