Top
Numero segnalazione sinistri:
02.47.92.71.92
Chiama il numero verde:
800.81.81.00
Perché il cane starnutisce?
9 Dicembre, 2019

Proprio come gli esseri umani, anche i cani possono starnutire. Lo starnuto è un atto riflesso respiratorio, durante il quale si verifica una potente emissione di aria dai polmoni. Se negli uomini in genere, la causa scatenante può essere attribuita ad un banale raffreddore, nei nostri fedeli amici a quattro zampe può rivelare una patologia di altra natura.

Perché allora il cane starnutisce? Quali sono le cause più frequenti che possono portare il nostro amato amico a compiere quel bizzarro gesto, universalmente riconosciuto con un “etciù”?            

Quali sono i motivi per i quali un cane starnutisce?

Gli starnuti del cane non sono sempre sinonimo di malattie o situazioni potenzialmente pericolose.  Se l’amato fido starnutisce occasionalmente non c’è nulla di cui preoccuparsi, in quanto può semplicemente trattarsi di una reazione momentanea ad una sostanza irritante.

Se il cane starnutisce in continuazione, invece, è bene cominciare ad attivare alcuni campanelli d’allarme che possono far sospettare qualcosa di più serio. Quali possono essere quindi le cause per le quali il cane starnutisce spesso?

Le cause principali

Il cane che starnutisce lo fa in genere per le  stesse ragioni di un essere umano: il suo corpo tenta di espellere qualcosa che ostruisce, o di irritante, dai passaggi nasali.

Si tratta, come già accennato  di un riflesso involontario che i cani non possono controllare. Oltre a problemi di ostruzione dei canali nasali, i cani possono starnutire anche per altri motivi: a causa di allergie, di un raffreddore o per colpa dell’influenza. Vediamo nel dettaglio le cause più comuni.    

Rinite  

La rinite può portare il nostro amato amico a quattro zampe a starnutire con grande frequenza: di origine batterica, virale o allergica, la rinite nel cane si accompagna spesso anche a secrezioni dense e maleodoranti, nausea e conati provocati dalle sostanze che dal naso passano alla gola. Nel caso della rinite allergica è possibile che il cane abbia annusato una pianta, una sostanza irritante o un fiore scatenante una sorta di allergia, che provoca nell'animale un certo prurito sul tartufo. In questo caso oltre agli starnuti sono presenti altri sintomi, come l’otite, la congiuntivite, l’asma, la tosse, il respiro affannoso.

Forasacchi  

Tra i nemici più temuti dai cani e soprattutto dai loro padroni vi sono i forasacchi: essi sono delle piccole spighe appartenenti alle graminacee selvatiche, caratterizzate dalla tipica forma a lancia e rivestite da una fitta ed ispida zigrinatura, che una volta seccate, durante i mesi estivi, possono diventare estremamente pericolose per i cani.

In che modo? I forasacchi possono penetrare nella pelle del cane causando infezioni più o meno gravi e possono essere anche inalati, provocando in lui starnuti compulsivi e violenti, anche 10/15 volte di seguito, determinando in taluni casi anche  del sanguinamento.            

Polipi o neoformazioni nasali

Se un cane starnutisce di continuo e ci si accerta che non abbia alcun corpi estranei nel naso, le cause potrebbero essere imputabili ad altro. Purtroppo anche il nostro dolce amico a quattro zampe potrebbero essere affetto da polipi nasali o da neoformazioni benigne o maligne. Nel caso di starnuti con presenza di sangue bisognerebbe sospettare anche la presenza della Leishmaniosi o l'erhlichiosi.  

Felicità

Gli starnuti del cane possono anche essere semplicemente sintomo di felicità: i cani sono creature altamente emozionali, il loro sguardo si irradia alla vista del padrone, scatenando in lui una grandissima euforia ed entusiasmo incontrollato. È proprio in quei frangenti che possiamo osservare il nostro amorevole cane starnutire, magari proprio mentre è intento a lanciarsi scatenato tra le braccia del padrone o quando incontra un altro simile particolarmente interessante.  

Starnuto inverso    

Una tipologia di starnuto che può affliggere il nostro cane è lo starnuto inverso: in questo caso l’aria anziché fuoriuscire con forza viene aspirata dal cane che sembra quasi soffocare, ma si tratta in realtà di una reazione normale. Lo starnuto inverso si manifesta più spesso nei cani brachicefali, con il muso schiacciato come il Chihuahua, lo Shitzu,  il Boxer, il  Bulldog inglese e francese ed il carlino.

Anche in questo caso tale patologia si risolve in breve tempo ed ha origine dall’eccessiva foga nel mangiare o nel bere o da un impeto festaiolo del cane.  

Cosa fare se il cane starnutisce in continuazione

Se il mio cane continua a starnutire cosa posso fare?  Perchè il cane starnutisce? Sono interrogativi che sorgono spontanei nella mente di ogni padrone attento ed amorevole, il quale dovrà cercare di comprenderne le cause in modo poter intervenire in maniera tempistica e corretta.

Nel caso in cui il cane inizi a starnutire dopo essere stato a giocare in un campo o in un prato, specie nella stagione estiva, il sospetto numero uno dovrebbe proprio ricadere sui minacciosi forasacchi. 

In questi frangenti non è opportuno attendere l’evolversi della situazione ma è bene rivolgersi il prima possibile al proprio veterinario di fiducia che potrà individuare, la presenza della spiga nel cavo nasale.

Nel caso in cui essa non sia penetrata in profondità, il veterinario potrà tentare di rimuoverla con un otoscopio ed una pinzetta, a seguito di una sedazione blanda del cane. Se il forasacco invece è sceso in profondità nel canale, sarà necessario ricorrere ad un intervento chirugico.

Se la causa degli starnuti continui è un’allergia occorrerà portare comunque il cane dal veterinario che gli somministrerà un antistaminico e lo sottoporrà a dei test per individuare l’allergene sospetto. Se il cane, infine, starnutisce per un raffreddore di origine virale e ha anche la febbre è opportuno tenerlo a casa, evitandogli passeggiate in condizioni climatiche sfavorevoli, con troppa pioggia, vento o caldo.

In caso di complicazioni comunque, specialmente se il nostro cane è ancora un cucciolo o è particolarmente anziano, è comunque sempre consigliato farlo visitare dal veterinario, in modo che in presenza di eventuali bronchiti o tracheiti possa intervenire con la terapia farmacologica migliore. Un cane in salute è un cane felice.!  

 

News
Contattaci

Vuoi essere ricontattato telefonicamente?
Lasciaci il tuo numero di telefono e TI RICONTATTIAMO SUBITO