Top
Numero segnalazione sinistri:
02.47.92.71.92
Chiama il numero verde:
800.81.81.00
Ecco il test di intelligenza per gatti  -  Scopri quanto  genio il tuo micio
31 Marzo, 2020

Ecco il test di intelligenza per gatti

Scopri quanto è genio il tuo micio

I gatti sono animali intelligentissimi, non c’è nulla da dire, infatti ci sono tanti studi scientifici a dimostrarlo.

E’ vero, certamente, l'intelligenza del nostro Fido è stata più studiata rispetto all'intelligenza felina, ma ciò non toglie che i segnali e l’esperienza che ogni gattofilo può portare a testimoniare oltre gli ultimi studi scientifici, insegnano che i gatti con il loro acume, ingegno, perspicacia e prontezza hanno un’intelligenza assolutamente unica, semplicemente sono diversi dai cani. Tutto qui.

Come fai a valutare l’intelligenza del tuo Micio?  Semplice, osservando attentamente alcuni suoi comportamenti quotidiani.

Ecco, tre domande semplici, semplici a cui puoi rispondere al volo : Il tuo Micio riconosce il suo nome, attenzione, non centra se si precipita da te quando lo chiami, il gatto non è un cane, semplicemente e te ne accorgi, Micio capisce se lo chiami? Riconosce la tua voce da quella di uno sconosciuto? E per finire, quando giochi con lui e gli nascondi i suoi giochini o le sue squisitezze le trova velocemente?

Se si su tutti e tre i punti, il tuo gatto è già promosso; significa che con i test qui sotto, non farai altro che conferirgli “la lode”.

Ora, mi raccomando, concentrati tutti e due, tu e il tuo micione.

Qui di seguito una serie di punti da osservare e provare al fine di misurare il Q.I. del nostro gatto.

1. C’è o non c’è: La permanenza degli oggetti

Esattamente come per i bambini, uno degli aspetti interessanti della ricerca relativa allo studio cognitivo dell’intelligenza dei gatti passa dalla comprensione per il micio di capire se quando un oggetto sparisce dalla sua vista lo stesso continua ad esserci, ma in un altro luogo.

Come fare e che esercizio fare per comprendere questo con il tuo gatto.

Devi effettuare un test di spostamento, cosa che ritengo tu abbia già fatto giocando con lui mille volte. Quando giochi fagli sparire il suo giochino e verifica se va a cercarlo magari dove lo aveva visto l’ultima volta. Più diventa grandicello e più questa abilità la affina.

2. Tic-Tac: L’orologio interno

Se prima parlavamo di acume felino, questo è sicuramente uno dei punti di massima felinità, l’orologio interno.

I gatti di casa sanno esattamente gli orari della pappa e di come questi siano modellati alle abitudini famigliari, considerando  come il giorno e la notte.

Quando fuori c’è la luce, micio arriva immancabilmente e se per caso stai ancora dormendo ti sveglia, " ..ehi, sei in ritardo per la pappa".

3. Vita di società: Cogliere stimoli sociali

Anche i gatti percepiscono e agiscono di conseguenza agli stimoli che provengono dal loro ambiente di riferimento e questo rappresenta indubbiamente  un importante indicatore della sua intelligenza.

Il gatto intelligente ha un’elevata cognizione di tipo sociale, ad esempio, comprende le emozioni o l’atteggiamento di una persona e modifica e adatta il suo comportamento in relazione a queste.

4. Ciao; Addio,che tristezza;  Ma tu chi sei?: Attaccamento felino

Una delle misure della capacità cognitiva dei gatti, spesso messa in discussione da parte degli amanti dei cani, ma oramai smontata da tutte le ricerche scientifiche, è la loro capacità di creare un legame affettivo con le persone.

A tale proposito, è stato effettuato ad alcuni gatti domestici presso il Dipartimento di Scienze Animali dell’Università dello Stato dell’Oregonun test scientifico al fine di valutare la loro capacità di attaccamento e creazione di un legame con il loro essere umano di riferimento.

I gatti venivano lasciati soli in una stanza per alcuni minuti, per poi osservarne le reazioni al rientro del padrone: se il gatto andava verso la persona per poi tornare beatamente e tranquillamente ad esplorare la stanza, abbiamo a che fare con un micio equilibrato che ha costruito un legame di attaccamento sicuro. I gatti che si mostrano sconvolti dalla separazione dal padrone sono insicuri, mentre quelli che lo ignorano sono invece gatti che hanno un legame incompleto.

5. Seguimi: Il gatto segue il dito

Un segnale di sintonia oltre ad essere un sintomo di intelligenza del gatto è quella di seguire il dito del padrone con lo sguardo. Addirittura poi super, se è capace di seguire la direzione indicata dal dito del suo umano per raggiungere, ad esempio, la ciotola con la pappa.

6. Dammi il cinque: Eseguire i comandi

Tanti parlano di addestramento ai comandi basici da parte dei cani, si legge molto al riguardo, come ci sono una moltitudine di video, ma attenzione anche i gatti possono fare, e fare molto, dando un’infinità di soddisfazioni.

Molti pensavano che addestrare un gatto fosse una cosa pressoché impossibile.

Nulla di più sbagliato, anche micio sa imparare tanti esercizi e divertirsi a eseguili.

Micio sa anche lui imparare ed è bravissimo a saltare un ostacolo, sa stare seduto per non parlare poi nel rimanere per un po’ sulle due zampe, ma sopratutto, sai che soddisfazione quando anche lui ti guarda e poi ti dice "Dai, batti il cinque".

www.dottorbauedottormiao.it

News
Contattaci

Vuoi essere ricontattato telefonicamente?
Lasciaci il tuo numero di telefono e TI RICONTATTIAMO SUBITO