Top
Numero segnalazione sinistri:
02.47.92.71.92
Chiama il numero verde:
800.81.81.00
Animali: «Obeso il padrone, obesi sia il cane che il gatto.»: uno studio scientifico rivela la stretta correlazione tra uomo e animale.
24 Agosto, 2020

I cani e i gatti italiani sono in forte sovrappeso come i loro padroni.

Il 95% dei gatti domestici ed il 63% dei cani sono in sovrappeso.

Una percentuale preoccupante rilevata dalla Pet Obesity Task Force Italiana, che recentemente ha condotto un sondaggio su un campione di 1.300 animali che vivono nelle case degli italiani, dato che da un ulteriore valore scientifico alla ricerca condotta dai ricercatori dell'Università di Copenhagen.

Secondo la ricerca la cattiva alimentazione dei cani e gatti è strettamente correlata ad un altrettanto errato modo di alimentarsi dei loro padroni.

Esiste una semplice equazione: se l'umano è obeso o fortemente in sovrappeso è altamente probabile che anche i nostri animali lo siano.

Le cause che fanno ingrassare i cani sono diverse, e vanno dall'età alla razza, come la scarsa attività fisica, tutte caratteristiche che se ci fate caso, sono simili anche per noi umani, a cui si aggiunge inoltre una cattiva alimentazione.

Per avvalorare, quella che precedentemente sembrava solo una ipotesi, i ricercatori hanno preso come campione 268 cani, il 20,5% dei quali era in sovrappeso.

L'indagine ha sottolineato che i cani obesi erano più del doppio se i padroni erano obesi rispetto a quelli con proprietari normopeso, con percentuali del 35% nel primo caso, contro il 14% del secondo.

Uno dei motivi più comuni rilevato dai ricercatori e che porta gli animali ad ingrassare: "Quando il padrone in sovrappeso si siede sul divano, davanti alla tivù e mangia un panino o dei biscotti, spesso li condivide anche con il suo cane».

L'obesità, come è ben noto, può avere conseguenze estremamente negative sulla salute, questo sia per gli uomini che per i cani, ambedue rischiano problemi ossei e articolari, ipertensione, patologie cardiache.

Tra l'altro, se all'obesità è correlata una ridotta, se non nulla attività fisica per l'uomo, è molto probabile che anche i cani non facciano alcun tipo di moto giornaliero, e che non escano neanche dall'habitat domestico se non per i normali bisogni fisiologici.

www.dottorbauedottormiao.it

News
Contattaci

Vuoi essere ricontattato telefonicamente?
Lasciaci il tuo numero di telefono e TI RICONTATTIAMO SUBITO