Top
Chiama il numero verde:
800.81.81.00
La Giornata Internazionale delle Persone con disabilità Dottor Bau & Dottor Miao la festeggiano sempre.
3 Dicembre, 2020

Superare la disabilità grazie a un animale.

Non si tratta solo di pet teraphy, c’è ancora di più. Gli animali possono anche dare un supporto pratico: ci sono cani d' assistenza ed è facile pensare a quelli guida per persone non vedenti. Ma ci sono anche cavalli e pony, caprette e asini, o anche bestioline più piccole come i conigli. Perfino i delfini. Il connubio fra persone e animali è ancora più importante quando si parla di disabilità.

Miav (Mutua Italiana Assistenza Veterinaria) sa quanto sia necessario un amico fedele nella quotidianità, per questo s'impegna a garantire un prezzo acessibile a tutti per il servizio di Dottor Bau & Dottor Miao, e ha un occhio di riguardo per chi ha una disabilità pari o maggiore al 67%.

Con questo articolo, ci vogliamo impegnare, ancor più che ogni giorno, nell'informazione, a fornirti in maniera gratuita l'accesso ai servizi che potrebbero esserti utili se ami gli animali e ti prendi cura di loro, oggi con un attenzione particolare a chi ha un handicap.

coniglietti e bimbi

Terapie con piccoli animali

Secondo il Rapporto realizzato dall'Istituto Superiore di Sanità , l'animale in assoluto più usato per la Pet Therapy nel nostro paese è il cane: nel 77% dei casi, contro il 9% dei conigli, il 4% dei gatti, il 4% delle capre e il 6% di un generico "altro".

Disabilità e cani

La relazione tra l'uomo e il cane è basata sul legame atavico tra le due specie e coinvolge gli aspetti psicofisici della persona e molte caratteristiche che possono risultare vantaggiose per il suo benessere. Il cane non riconosce la disabilità delle persone, la presenza di deficit fisici, sensoriali, psichici non implicano comunicazione deficitaria perché il cane è sempre capace di interagire a qualsiasi livello di gravità del soggetto, il suo comportamento non è influenzato da pregiudizi o implicazioni morali che possono invece condizionare negativamente i rapporti tra gli umani.

Nei soggetti con difficoltà motorie è possibile impiegare il cane come un'espansione delle proprie possibilità di azione e movimento; per esempio attraverso il gioco del riporto (a cui questi cani sono addestrati: riprendere un oggetto caduto, riportarlo e lasciarlo nelle mani) il disabile può vivere esperienze di indipendenza ed autonomia con la leggerezza del gioco.

Disabilità e felini

I gatti, invece, vengono usati molto per le persone anziane che vivono sole e non sono agevolate negli spostamenti: tutto per via della facilità di accadimento e l'indipendenza dell'amico baffuto.
La pet therapy felina viene impiegata non solo con finalità psico-educative e psichiatriche ma anche con finalità mediche. A riguardo notevoli sono gli studi sulla pet therapy felina e l'ipertensione arteriosa condotti da Aaron Honori Katcher dal 1981. Dalle ricerche si evince come l'accarezzare un gatto porti ad un effettivo abbassamento della pressione e la successiva evocazione della stessa situazione in diverso contesto riproduca gli stessi effetti.

Disabilità e altri amici

I criceti e i conigli sono tutti per i bambini: è stato dimostrato che osservare e prendersi cura di questi animali arreca grande beneficio per i piccoli che stanno attraversando una difficile fase delle crescita.

Prendersi cura degli uccelli (in particolare pappagalli), invece, fa molto bene alle persone anziane; mentre è stato documentato che osservare i pesci dentro un acquario può contribuire a ridurre la tachicardia e la tensione muscolare, agendo così da antistress.

cane e gatto

Link utili sulle terapie con piccoli animali

Associazione Puppy Walker (Padova)

Centro Don Calabria (Verona)

Associazione Culturale Cave Canem (Padova)

Associazione Nazionale Utilizzo del Cane per Scopi Sociali - Onlus (Roma)

Associazione Nazionale Can per Assistenza e Pet Therapy (Roma)

I.T.A.C.A. (Roma)

Diamoci una Zampa (Torino)

Cani da Vita (San Vito Pergine - TN)

Cooperativa Sociale Gli Amici di Sari (Bolzano)

Associazione Italiana Uso Cani d'Assistenza (Bosisio Parini - LC)

Dog4Life Onlus (Meda - MI)

SpazioPerNoi (San Giovanni - MI)

PETRA Associazione di Volontariato Onlus (Trieste)

ANTROPOZOA: Fattoria Sociale e Terapeutica con Animali (Firenze)

Dog's life project (Carpi - MO)

Associazione Antea (Perugia)

Disabilità e animali, consigli di visione.

Hollywood se n' era accorta alla fine degli anni Novanta di come il miglior amico dell'uomo possa essere anche il suo miglior terapeuta, grazie a "Qualcosa è cambiato", film con Jack Nicholson e con il cagnolino Verdell.

La letteratura ha portato alla ribalta le doti terapeutiche dei cani con il romanzo dell'inglese Mark Haddon: "Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte", in cui il quindicenne Cristopher Boone soffre della sindrome di Asperger (una delle più tradizionali forme di autismo). Il romanzo ci aiuta a capire come proprio i cani possano avere un ruolo importante nella cura di questa patologia.

Disabilità nei media italiani: oggi qualcosa di speciale

A breve, alle 23 su RAI 2 andrà in onda uno speciale di "O Anche No" intitolato "Il Lavoro è di tutti", in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con disabilità (proclamata dall'ONU nel 1981).

Per la prima volta assoluta in una rete generalista, anche ogni canzone sarà tradotta e interpretata artisticamente in diretta e in chiaro per i disabili acutici da una Lis Performer.

La Lingua dei Segni non è solo un mezzo di comunicazione, ma è anche espressione artistica e musicale: grazie ai performer specializzati, la Lingua dei Segni si trasforma in un'esibizione, interpretando in modo originale i brani musicali oltre che traducendo i testi.

Non dimentichiamo che su 60 milioni di abitanti, in Italia soffrono di ipoacusia 7,2 milioni di persone, pari al 12% della popolazione residente.

Grazie il direttore di Rai2, Ludovico Di Meo, che ha fatto questa scelta inclusiva. Il programma è realizzato con Rai Pubblica Utilità e Rai per il Sociale e sarà anche interamente sottotitolato e audiodescritto.

"O anche no" è un programma dedicato all'inclusione e alla solidarietà, che non indulge alla pornografia del dolore e nemmeno parla di supereroi, ma  di persone.

Il lavoro è per tutti...o anche no.

Ad affiancare la conduzione di Paola Severini Melograni, Valentina Battistini, la Responsabile della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale.

 
la giornalista Paola Severini Melograni

la giornalista Paola Severini Melograni

Testimonianze ed intrattenimento per educare sul tema della disabilità.

Tanti gli ospiti celebri presenti, come l'attore Carlo Verdone, la cantante Katia Ricciarelli con Francesco Zingariello e I Manos Blancas, un coro che nasce in Venezuela nel 1999 per coinvolgere bambini e adolescenti portatori di handicap, con deficit sensoriali, cognitivi e in condizioni economiche disastrate, e portato in Italia dal Maestro Claudio Abbado.

Gli Autogol, il trio comico composto da Michele Negroni, Alessandro Trolli “Rollo” e Alessandro Iraci che spopola sul web con parodie sul calcio.

Luca Trapanese,  fondatore della Onlus a Ruota Libera, che ha adottato nel 2017 Alba, una bimba con sindrome di down.

Don Marco Mori, parroco della Parrocchia San Polo di Brescia e già coordinatore nazionale della rete degli oratori , che da sempre aiuta i bambini della sua parrocchia e non solo.

La giovane editorialista Rebecca Zoe De Luca che parlerà della scuola inclusiva.

Gianmarco Saurino e Alice de Carlo, due degli attori protagonisti della serie “Doc-Nelle tue mani”: Alice è una bravissima attrice con la trisomia 21.

Alessio Boni, tanto amato dal pubblico televisivo italiano, leggerà le poesie di Pierluigi Cappello, grande poeta costretto in carrozzina, scomparso 3 anni.

Livia Pomodoro, padrona di casa del teatro No’hma, un teatro solidale e sociale dedicato alla sorella Teresa.

Cigliegina sulla torta: Michele Spanò, in arte Storto Ma Non Troppo, disabile protagonista di gameplay e sfide divertenti su youtube.

 
MIchele Spanò con il suo cane Olaf

MIchele Spanò con il suo cane Olaf

Coppie e duetti .

Un emozionante botta e risposta tra Jo Squillo ("Siamo Donne”) e Tiziana Civitani (“Sei Bellissima”).

Niccolò Agliardi con “Di cosa siamo capaci”, musica e parole dedicate alla sua scelta di adozione di ragazzi difficili.

Omar Pedrini e i Ladri di Carrozzelle duettano “Che ci vado a fare a Londra”. I Ladri di Carrozzelle, diretti dal maestro Federico Capranica, con la sigla del programma e con “Equilibrio instabile”.

 
il gruppo rock Ladri di Carrozzelle

il gruppo rock Ladri di Carrozzelle

Daniele de Gregori e Nathalie con “Prima gli italiani”, Lorenzo Disegni con “Come ci pare”, Eugenio Finardi con “Amore diverso” e Beppe Carletti con Yuri Cilloni  “Io vagabondo”. Alberto Bertoli duetterà con il padre Pierangelo. Verrà ricordato Ezio Bosso, indiscusso protagonista di Sanremo 2016.

Ezio Bosso con il suo bassotto Ragu', durante la presentazione del programma Rai "CHE STORIA E' LA MUSICA", Roma, 17 dicembre 2019. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Ezio Bosso con il suo bassotto Ragu' nel 2019

Magie in cucina .

Non mancheranno le magie del prestiggiattore Andrea Paris, vincitore dell'ultimo “Tu si que vales” e il cooking show con il Tortellante di Modena, a casa dello Chef Massimo Bottura e il figlio Charlie.

Politica Italiana sulla disabilità.

I Segretari Generali dei sindacati italiani, Maurizio Landini (CGIL), Anna Maria Furlan (CISL), Pierpaolo Bombardieri (UIL), Francesco Paolo Capone (UGL) racconteranno quattro storie di lavoro e successo che vedono protagoniste persone con disabilità.

Una riflessione sociale assai importante in un tempo come questo. Un eccezionale messaggio dall'unico premio Oscar sordo nella storia, Marlee Matlin, che ricevette la statuetta a 21 anni premiata per il suo ruolo in "Figli di un Dio Minore", la più giovane premiata fino allora.

 
Marlee Matlin nel 1987 e oggi

Marlee Matlin nel 1987 e oggi

Un miglioramento del sistema sociale italiano non può tollerare una società divisa in due, i forti e i deboli, nella quale la disoccupazione rappresenta la forma odiosa d' emarginazione e in particolar modo ciò vale per le persone con disabilità. Infatti solo il 31,3% di loro risulta occupato. Questa è una questione che riguarda non solo l'Italia, ma l'Europa. Concluderà infatti la serata Luca Visentini, Segretario Generale della CES, Confederazione Europea dei Sindacati.

Coronavirus e disabilità

Gli aggiornamenti sono disponibili gratuitamente e in maniera acessibile per chiunque sul sito disabili.com, che ringraziamo per il suo lavoro e risorse accurate.

 

Aricolo a cura di Marica Innocente

News
Contattaci

Vuoi essere ricontattato telefonicamente?
Lasciaci il tuo numero di telefono e TI RICONTATTIAMO SUBITO