Top
Numero segnalazione sinistri:
02.47.92.71.92
Chiama il numero verde:
800.81.81.00
Il gatto mangia l'erba, perché?
24 Dicembre, 2019

Istintivi e misteriosi, i gatti mostrano spesso dei comportamenti apparentemente incomprensibili per l’uomo, ma che in realtà trovano una spiegazione plausibile nel loro dna. Uno di questi è la loro inusuale abitudine di mangiare l’ erba o le foglie delle piante che amano rosicchiare anche per lungo tempo durante la giornata.

Eppure i felini sono dichiaratamente specie carnivore. Perché allora il gatto mangia l’erba? Sono alcune le ipotesi che gli esperti hanno elaborato nel corso degli anni. Vediamo quali sono le più accreditate.  

Perché il gatto mangia erba

Chi possiede un gatto abituato a gironzolare per il giardino lo avrà senz’altro notato: il sornione felino si intrattiene spesso sul manto erboso, intento a masticare l’erbetta come se fosse una pecorella che bruca.

Allo stesso modo, anche il gatto domestico, può essere colto in flagrante a mangiucchiare appetitosamente le foglie delle piante presenti in appartamento. Ma perché lo fa? In che modo possiamo decifrare questo comportamento? Come un dispetto birichino del nostro simpatico amico o un gesto motivato da altro?

Aiuta la digestione 

Secondo alcune teorie il gatto mangerebbe l’erba per favorire la digestione: un tempo, infatti, il gatto era un animale selvatico e mangiava le sue prede per nutrirsi, ingurgitando non solo parti commestibili, ma anche quelle più indigeste, come ad esempio i peli. L’erba era quindi utile per indurre il vomito ed espellere le parti difficilmente digeribili.

In base ad un recente studio, tuttavia, è emerso che i gatti mangerebbero erba non per vomitare ma semplicemente perché sono abituati a farlo sin dalle proprie origini. Una ragione quindi di tipo biologico: gli antenati dei gatti erano soliti cibarsi di materia vegetale per espellere i parassiti intestinali che oggi in quelli domestici sono assenti. 

L'erba, infatti, era in grado di attivare l’apparato digerente ed aumentarne l’attività muscolare. I felini di oggi, quindi, conserverebbero il ricordo di tale strategia, attuandola senza un fine davvero benefico.

L'erba per gatti serve ad espellere il pelo

Secondo altre ipotesi, il gatto mangerebbe l’erba per cercare di espellere il pelo in eccesso ingerito durante la tolettatura quotidiana, provocando problemi digestivi. In tal senso l’erba per i gatti, grazie alle sue proprietà stimolanti, attiverebbe nel gatto il vomito, aiutandolo ad espellere i boli di pelo in eccesso.  

Usare l'erba gatta per i gatti in casa  

Gli amanti del mondo felino hanno senz’altro sentito parlare dell’erba gatta, proponendola all’amato micio domestico per i particolari effetti che essa produce su di lui. L’erba gatta, infatti, è una pianta erbacea perenne, appartenente alla famiglia delle lamiacee, ricca di vitamine, minerali, oli essenziali e nepetalottone, una sostanza molto simile ai loro feromoni, in grado di provocare nel gatto l’effetto quasi di una droga.  

Quando l’intrepido micio si avventura dinanzi all’erba gatta, dapprima la annusa, la mordicchia e poi vi ci si strofina il muso: l’effetto dell’erba gatta lo induce a rotolarsi per terra, fare le fusa, correre, saltare giocherellare, emettendo sonori miagolii.

Naturalmente non tutti i felini reagiscono allo stesso modo al contatto con tale erba: alcuni, annusando e mordicchiando  questa pianta misteriosa ne sarebbero eccitati, altri invece totalmente sedati. Usare l'erba gatta per gatti rappresenta quindi un’ottima soluzione per rilassare il proprio gatto, oppure scatenarlo piacevolmente.

Il gatto mangia l'erba e vomita

Il vomito del gatto non deve essere necessariamente un evento in grado di destare preoccupazione nel padrone, con il conseguente intervento del veterinario.  Lo stomaco del gatto è molto delicato e quindi può accadere  con frequenza che vomiti il cibo appena mangiato, senza che questo debba per forza indicare qualcosa di patologico in atto.

Se il gatto mangia l’erba e vomita è perché probabilmente non ha digerito qualcosa, un insetto, dei pezzi di cibo, dei peli o altro. Naturalmente qualora il consumo di erba non fosse sporadico, ma continuo, potrebbe esserci un’effettiva problematica da risolvere, come una parassitosi intestinali oppure un tumore in atto. In questo caso è fondamentale recarsi il prima possibile dal proprio veterinario di fiducia, affinchè possa effettuare una diagnosi accurata.

Se il gatto vomita verde  

In certe situazioni il vomito del gatto può assumere un colore verdastro: tale colorazione dovrebbe indurre una certa preoccupazione solo nel caso in cui al vomito frequente, sia associata anche diarrea ed inappetenza. In quella circostanza è opportuno recarsi dal veterinario per effettuare un controllo, che comprenda analisi del sangue, delle urine ed eventuali radiografie, effettuate per escludere un mal funzionamento del fegato.

La causa del colore giallo e/o verde del vomito è da attribuire alla bile. La bile è una sostanza che viene prodotta nel fegato e immagazzinata nella cistifellea per poi essere usata nell’intestino tenue. Se il gatto mangia e vomita verde quindi, ed è  a stomaco vuoto, allora potrebbe trattarsi di un rigurgito di bile. Se il vomito di colore verde si presenta solo occasionalmente è molto probabile che il gatto abbia semplicemente ingerito dell'erba.  

News
Contattaci

Vuoi essere ricontattato telefonicamente?
Lasciaci il tuo numero di telefono e TI RICONTATTIAMO SUBITO