Top
Numero segnalazione sinistri:
02.47.92.71.92
Chiama il numero verde:
800.81.81.00
Un gatto che miagola sempre cosa vuole dirci?
8 Novembre, 2019

Ci sono quelli più chiacchieroni che amano intrattenerci con ripetuti e fragorosi miagoli durante il giorno, oppure quelli più taciturni, che miagolano soltanto in particolari occasioni, in caso di fame, di arrabbiatura o di malessere.

Anche i gatti, così come gli esseri umani, fanno del miagolio una prerogativa unica della propria personalità, che può variare nel tono, nella frequenza o nell’intensità, in base all’età o alla razza a cui appartengono.

Ecco perché è importante imparare a decifrare il miagolio del proprio felino. Perché se i suoi occhi possono essere impenetrabili, la voce può rivelarci moltissimo del suo stato d’animo. Un gatto che miagola sempre, infatti, può volerci comunicare qualcosa. Ma cosa? 

Il significato dei diversi miagolii dei gatti

Chi possiede un micio lo sa benissimo: riuscire ad entrare in sintonia con lui può rappresentare una vera sfida. Il gatto, tuttavia, sebbene sia una creatura sfuggente e misteriosa, desidera comunicare con il proprio padrone. Che lo faccia per mero interesse o per reale amore, non è dato saperlo, ma ciò che importa è che nel momento in cui un felino miagola, ci sta parlando.

E lo fa emettendo dei suoni, versi, più o meno forti, frequenti od occasionali. Ma comunque significativi. 

  • Saluto

Alcune razze di gatto sono più loquaci di altre: è il caso dei siamesi o degli orientali, più propensi a miagolare ed avere un repertorio di vocalizzazioni da far invidia ad un imitatore. In generale, un micio che miagola desidera semplicemente salutare il padrone nel momento in cui torna a casa dopo una lunga giornata di assenza.

Si tratta di solito di un miagolio allegro, vibrato, accompagnato da altrettante manifestazioni amichevoli, come la coda sollevata, le orecchie protese in avanti ed un’espressione del viso molto placida. È il suo modo di dirci “bentornato a casa”. 

  • Periodo del calore

Ci sono dei casi in cui il miagolio del gatto, da soave e flautato, può trasformarsi in un incubo per le orecchie. Ciò accade in particolare nel periodo del calore, quando è molto facile imbattersi, specialmente nelle ore notturne, in gatti maschi capaci di miagolare per ore ed ore, emettendo miagolii bassi e prolungati che raggiungono dei picchi acuti, quasi a ricordare le urla di un bambino.

In questa circostanza, il gatto miagola sempre e con vigore per uno scopo ben preciso: spaventare altri aspiranti corteggiatori facendoli allontanare e desistere dall’accoppiamento con la gattina prescelta. Al contempo anche le gatte femmine in calore emettono lamenti acuti e prolungati, per attirare i maschi nelle vicinanze. Insomma un vero e proprio concerto a quattro zampe. 

  • Coccole e cibo

Può sembrare strano ma anche il gatto, indipendente e fiero, ama farsi coccolare dal padrone. Ed è proprio in questo momento così rilassante, intimo ed avvolgente che il suadente felino, si accoccola sulle nostre gambe e più sornione che mai, comincia a fare le fusa. Vibrazioni delle corde vocali , accompagnate da miagolii, calmi, tranquilli ma ripetuti, che identificano un inequivocabile bisogno del nostro amato pelosetto: coccole, affetto e carezze.

E se il micio ha fame? In quel caso sarà semplicissimo comprenderne il miagolio, che diventerà più acuto ed insistente, abbinato a strusciamenti continui sulle gambe.

  • Malessere

Un gatto che piange spesso può essere anche sinonimo di un malessere, psicologico o fisico. Può accadere ad esempio, che l’impavido felino combatta con un altro simile intento ad invadere il suo territorio. Una circostanza in cui si vedranno i baffuti contendenti alternarsi in acuti gorgheggi, soffiate minacciose culminanti in una baruffa di miagolii penetranti ed inquietanti.

Tra i due litiganti potrebbe uscirne un ferito, che potrebbe lamentarsi e miagolare per un graffio o un morso, che sarebbe opportuno medicare recandosi dal proprio veterinario.  Anche l’introduzione in casa di un nuovo membro, un altro gatto, un cane o l’arrivo di un neonato possono intaccare l’equilibrio psicologico del gatto ed indurlo a miagolare più spesso per manifestare il proprio disagio.

 

Un altro campanello d’allarme in un gatto che miagola sempre potrebbe essere l’età. Dopo gli 8 anni, ad esempio, i gatti tendono a perdere la memoria.

Un’evenienza che viene vissuta con frustrazione dal felino, sconvolto da una sensazione di disorientamento, palesato proprio attraverso l’emissione di miagolii ripetuti.

Anche una perdita di udito, parziale o totale può costringere il micio a miagolare più forte. Altre malattie, come l’insufficienza renale, ipertiroidismo, artrite o pressione alta possono provocare una sofferenza tale al micio da indurlo a miagolii strozzati e ansiosi.

Gatto che miagola sempre, cosa devo fare?

In presenza di un gatto che miagola sempre non bisogna necessariamente allarmarsi. Piuttosto è bene prestare attenzione, in quanto un eccessivo miagolio potrebbe celare altri fastidi.

Oppure semplicemente evidenziare dei bisogni insoddisfatti: fame, sete, ira, desiderio di coccole e di affetto, noia e solitudine. È doveroso quindi, da parte di ogni proprietario responsabile ed affettuoso, imparare a comprendere il linguaggio segreto dei gatti.

  • Controllare che sia in buona salute

La prima azione da intraprendere per comprendere le cause di un miagolio eccessivo nel proprio gatto è senza dubbio controllarne lo stato di salute.

Come già accennato in precedenza, un gatto anziano, ferito, debilitato per una malattia in corso, può manifestare la sofferenza fisica con miagolii ripetuti e pressanti.

Un controllo dal veterinario diventa quindi fondamentale per individuare eventuali patologie in corso ed intervenire per il benessere del proprio animale.

  • Non ignorarlo

Un gatto che miagola sempre non va ignorato. Va compreso. I felini sono un po’ come dei bambini: istintivi, spontanei, a volte capricciosi e senza filtri. Occorre solo dedicare loro un attimo di tempo per ascoltarli ed osservarli nelle loro manifestazioni, seppur bizzarre o esagerate.

Ignorare un gatto che miagola molto potrebbe comprometterne la serenità o ancor peggio la salute. E allora fermiamoci un attimo, armiamoci di pazienza, analizziamo i sintomi e decifriamo i comportamenti.

E se abbiamo dei dubbi, portiamo il gatto dal veterinario. Solo un occhio esperto potrà darci conferma o smentire i nostri sospetti.  Prendersi cura del nostro adorato pelosetto è prima di tutto un dovere morale ed anche un modo per sdebitarsi. Dell’amore che ci dona ogni giorno. Anche quando non lo meriteremmo.

News
Contattaci

Vuoi essere ricontattato telefonicamente?
Lasciaci il tuo numero di telefono e TI RICONTATTIAMO SUBITO